Macchinari soggetti all’obbligo di Marcatura CE

La fabbricazione e la commercializzazione di macchinari è regolamentata dalla Direttiva 2006/42/CE meglio conosciuta come Direttiva Macchine o Direttiva MD (Machinery Directive) che stabilisce l’obbligo della Marcatura CE.

marcatura-ce marchio ce macchine

La Direttiva Macchine si applica alla macchina così definita: “insieme di parti di cui almeno una mobile per mezzo di energia diversa da quella umana od animale” incluse le quasi macchine, le attrezzature, i sistemi di sollevamento anche manuali, funi e catene, i sistemi antiribaltamento, i dispositivi amovibili di trasmissione e i componenti di sicurezza.

Vengono stabiliti i criteri di valutazione della conformità, i requisiti essenziali di salute e sicurezza e i criteri di marcatura delle seguenti categorie di prodotti:

  •  macchine;
  • intercambiabili;
  •  componenti di sicurezza;
  •  accessori di sollevamento;
  •  catene, funi e cinghie;
  •  dispositivi amovibili di trasmissione meccanica;
  •  quasi – macchine.

Perché serve una Marcatura CE sulle macchine?

La Marcatura CE è un procedimento obbligatorio, e non volontario, a carico dei fabbricanti e permette di attestare la conformità del macchinario alle prescrizioni applicabili rappresentando una garanzia per chi lo acquista.

Lo scopo della Marcatura CE delle macchine è duplice:

  •  Armonizzare i requisiti di sicurezza e di tutela della salute applicabili alle macchine;
  •  Garantire la libera circolazione delle macchine all’interno della Comunità Europea tramite l’applicazione del marchio CE.

Obblighi del fabbricante: ottenere la Marcatura CE in 5 step

Il procedimento di Marcatura CE è finalizzato all’apposizione del marchio CE e della targa alla macchina e può essere ottenuto mediante i seguenti 5 step:

1° step – Identificazione della Direttiva di riferimento e delle norme armonizzate applicabili

Tutte le macchine precedentemente elencate sono soggette all’obbligo della Marcatura CE; per un’applicazione puntuale, è necessario consultare la Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea e cercare la versione più aggiornata delle norme armonizzate che specificano i principi di progettazione e di sicurezza applicabili alla macchina in cui comparirà una tabella simile:

tabella per marchio ce macchine

Occorrerà quindi individuare le norme armonizzate applicabili alla macchina ed attenersi all’Allegato ZA per la Marcatura CE.

2° step – Verifica della necessità di far intervenire un Organismo Notificato

Tra tutte le tipologie di macchinari rientranti nel campo di applicazione della Direttiva MD, la stessa individua e riporta in un elenco, quelle che presentano particolari rischi per la salute e la sicurezza dell’uomo, per le quali si rende necessario l’intervento di un Organismo Notificato nell’ambito della procedura di valutazione della conformità, rispetto ai requisiti fissati dalla Direttiva stessa, mentre per le altre è possibile adottare sistemi di attestazione della conformità gestiti autonomamente dal fabbricante.

3° step – Redazione della Documentazione Tecnica

Il Fabbricante della macchina ha l’obbligo di redigere la Documentazione Tecnica, ovvero il Fascicolo Tecnico, documento con il quale si dimostra la conformità della macchina ai requisiti fissati dalla Direttiva i cui contenuti sono i seguenti:

  •  Descrizione generale della macchina,
  •  Disegno complessivo della macchina e schemi di progettazione comprensivi dei circuiti di comando;
  •  Valutazione dei rischi che deve dimostrare il rispetto dei requisiti essenziali di sicurezza applicabili alla macchina comprendendo le misure di protezione attuate per eliminare i pericoli identificati o per ridurre i rischi comprese le avvertenze di sicurezza e i pittogrammi a bordo macchina;
  •  Elenco delle norme armonizzate e dalle altre specifiche tecniche applicate;
  •  Piano di controllo della produzione FPC.

Nel caso delle “quasi – macchine” il Fascicolo Tecnico prende il nome di Documentazione Tecnica Pertinente.

4° step – Esecuzione di eventuali prove o test

Per consentire la verifica del rispetto dei requisiti essenziali di sicurezza, oltre ai calcoli progettuali, potrà rendersi necessario far eseguire prove o test di laboratorio finalizzate alla caratterizzazione della macchina e alla valutazione delle relative caratteristiche funzionali riguardanti:

  •  Rumore per apposizione del livello di potenza acustica LWA (in decibel);
  •  Vibrazioni meccaniche trasmesse all’operatore;
  •  Sicurezza elettrica e compatibilità elettromagnetica;
  •  Radiazioni ottiche potenzialmente emesse dalla macchina;
  •  Verifica dei tempi di arresto degli elementi pericolosi;

5° step – Redazione della Dichiarazione di Conformità, delle istruzioni e informazioni e apposizione della Marcatura CE

I risultati della valutazione dei rischi permetteranno al Fabbricante di redigere conformemente le Istruzioni di Uso e Manutenzione della macchina con le quali verranno fornite all’utilizzatore finale le istruzioni per un corretto utilizzo, per l’effettuazione della manutenzione e informazioni inerenti alle misure di protezione e ai rischi residui presenti.

Infine, il Fabbricante potrà redigere la Dichiarazione di conformità CE della macchina ed appore la targa identificativa.

targa marchio ce macchine

Scopri il nostro servizio dedicato per la Marcatura CE delle macchine

Il nostro Team specializzato supporta Fabbricanti per l’intero procedimento volto ad ottenere la Marcatura CE delle macchine e fornisce la consulenza per la redazione del fascicolo tecnico, analisi dei rischi, requisiti essenziali di sicurezza, piano di controllo della produzione FPC, dichiarazione di conformità.

Operiamo in tutta Italia MILANO – TORINO – VICENZA – BOLOGNA – GENOVA –FIRENZE – ROMA.

Ci puoi raggiungere facilmente anche dalle provincie di Perugia, Terni, Latina, Roma, Frosinone, Rieti, L’Aquila, Siena, Firenze, Arezzo, Grosseto.
La nostra sede è a Viterbo

Contattaci per Informazioni:

*

4 + 15 =